20 Giugno 2024

Nettuno: ecco come si sta riqualificando il centro storico.

05-06-2024 23:50 - decoro urbano
Costano 874.000 euro i lavori di sistemazione del corso di Nettuno. Sono partiti a inizio di questo 2024 e termineranno in autunno.

Abbiamo detto "corso" perché riguarderanno tutto il tratto di strada che va dal Forte Sangallo al Santuario, passando per piazza Mazzini e piazza Battisti, cioè l'asse centrale della città.

Si tratta di sistemare marciapiedi, panchine, aiuole, percorsi pedonali e ciclabili in quel chilometro formato da v.Gramsci e poi v.Matteotti su cui si affacciano elementi urbani di primaria importanza per Nettuno: il Municipio, il Forte Sangallo appunto, il Borgo medievale, il porto turistico; e poi le Poste centrali, l'Agenzia delle Entrate, l'accesso alla stazione ferroviaria e agli stabilmenti balneari; infine l'antichissima chiesetta di s.Francesco e, all'estremità opposta, la chiesa di s.Rocco dove sono custodite la statua della Madonna delle Grazie e il corpo di s.Maria Goretti.


Come si è arrivati a decidere di fare questi lavori?

Lo spunto venne colto nel 2022 quando il Governo italiano stabilì di assegnare ai comuni una somma per aiutarli a combattere il degrado urbano. Erano soldi che l'Unione Europea aveva stanziato per tale scopo inserendoli in quel grosso serbatoio finanziario che conosciamo come "L'Europa della Prossima Generazione" (Next Generation EU) e in Italia noto come Piano di Ripresa e Resilienza, PNRR.
Al comune di Nettuno furono messi a disposizione un milione e mezzo di euro a condizione che si elaborasse un progetto da completare entro il 2026, pena la perdita del fondo.
Il comune inserì allora la riqualificazione del centro storico (detto Zona 1) nel proprio piano di opere pubbliche.
Più sotto abbiamo ricostruito tutto l'iter che portò dal semplice intento alla attuazione concreta dei lavori. Quelli in corso oggi, giugno 2024.


Ma vediamo in cosa consiste il progetto
Riqualificazione Spazi Pubblici, percorsi pedonali e arredo urbano della Zona 1 (centro storico).

Il progettista (ing di Biagio) ha stimato necessari 1.153.000 euro per fare marciapiedi e spartitraffico, 106.000 per attrezzature per i disabili visivi, 39.000 per l’arredo urbano, 53.000 per varie opere stradali e 60.000 per la sicurezza sul lavoro (totale 1.305.000).
Dopo varie vicende, spiegate meglio più sotto, si è riusciti a far partire i lavori al costo ribassato di 874mila euro.

Secondo il contratto stipulato i lavori devono durare al massimo 266 giorni “naturali e consecutivi”; il 30% di essi deve essere completato entro il 30 9 2024.

A titolo di esempio ecco come si arriva a calcolare 39.000 euro per l'arredo urbano.
Panchine: ce ne saranno 25 che costano 760 euro l’una, totale 19.000 euro.
Estirpazione vecchi ceppi da via Matteotti: 2.880 euro
Posa di praticello in aiuole di p.Mazzini, angolo v.Vespucci e angolo v.Venezia: in totale 297 metri quadri di dicondra garantita per almeno tre sfalciature: 46 euro /mq totale 13.600 euro.
Piantumazione di 13 alberi Cercis siliquastrum (albero di giuda) a 292 euro cadauno, totale 3.800 euro.

Ed ecco invece da cosa sono formati i 53.000 per opere stradali.
Asfaltatura di complessivi 2.000 mq a 12 euro/mq: 25.000 euro.
Segnaletica (strisce pedonali, cartelli, ecc.): 12.000 euro.
Demolizioni, trasporti e smaltimento: 16.000 euro.


Il progettista ha diviso l'area su cui intervenire, cioè tutto il corso centrale di Nettuno, in 5 blocchi di cantiere. E su questi cinque blocchi si lavorerà in successione.
Il primo blocco è quello davanti al Forte Sangallo dove si è iniziato a lavorare nei primi mesi del 2024.
In esso si prevede:
  • Rifacimento di aiuole, cordoli e marciapiedi.
  • Nuova circolazione rotatoria intorno alla statua di Maria Goretti.
  • Percorsi agevolati per ipovedenti, compresi segnali elettronici di guida.
  • Riasfaltatura e nuova segnaletica orizzontale e verticale.






Storia del progetto “Riqualificazione di spazi pubblici ecc.”


Aprile 2022 - il Ministero degli Interni decide di dare ai comuni alcuni fondi PNRR per combattere il degrado degli spazi pubblici; a Nettuno vengono assegnati 1.500.000 euro da spendere entro il 2026.

Maggio 2022 – il Comune (sindaco Coppola) inserisce un progetto di riqualificazione del centro storico fra le opere da realizzare nei tre anni 2022-2024. Costerà 1.600.000 (1.500 del PNRR più 100 del Comune).

12/7/2022 – Il Comune (prefetto Strati) approva il Piano triennale 2022-24. Costa oltre 25 milioni di euro. Gran parte del finanziamento proviene da fondi europei del PNRR.
Del Piano fa parte anche il progetto Riqualificazione del centro storico per 1.600.000 euro.

24/10/2022 – il Comune vuole fare il bando per trovare il progettista per questa Riqualificazione; dato che ci sono in ballo fondi del PNRR, se ne deve incaricare la Provincia (Città Metropolitana Roma).

30/11/2022 – Il Comune (prefetto Reppucci) rinforza il finanziamento con altri 150mila euro. Il progetto passa a 1.750.000 euro.

2/2/2023 – la Provincia individua come progettista l’ing. Di Biagio di Roma.

Maggio 2023 – l’ing.Di Biagio presenta il progetto. Costa 1.305.000 per lavori più 295.000 di oneri a carico del comune (onorario progettazione, certificazioni, permessi, misure, supporto amministrativo, contributi previdenziali, vigilanza, IVA). Totale 1.600.000.
Giugno 2023 - il Comune lo valida.

13/7/2023 – il Comune approva ufficialmente il progetto definitivo ed esecutivo.
26/7/2023 – il Comune vuole fare il bando per trovare la ditta esecutrice; anche in questo caso ci deve pensare la Provincia.

25/9/2023 – la Città Metropolitana (Provincia) comunica di avere trovato la ditta BEMAR di Roma che ha offerto uno sconto del 35% portando il costo dei lavori da 1.305.000 a 874.000 euro.
28/11/2023 – il Comune stipula il contratto con la Bemar.

29/1/2024 – inizio dei lavori: si parte da piazza s.Francesco, davanti a Forte Sangallo.

14/2/2024 – la Bemar chiede di poter subappaltare il 50% dei lavori (rifacimento marciapiedi) alla ditta ARGO, sempre di Roma e con lo stesso suo indirizzo.
19/2/2024 – il comune autorizza il subappalto.

29/4/2024 – la Bemar chiede di ridurre il subappalto alla Argo e di spostarlo sulla ditta MAPI di Nettuno per un ammontare di 244.000 euro.
30/4/2024 – il comune autorizza il nuovo subappalto (che si chiamerà subaffidamento).

___________________



_________________

Ricerca e ricostruzione su dati reperiti negli archivi comunali di Nettuno.
(C.Tondi per Cittainsieme, 5/6/2024)



Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Questo sito NON richiede NE’ è a conoscenza dei dati personali dei visitatori.
(Informativa fornita ai sensi del Regolamento 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE.)
torna indietro leggi Informativa Privacy
 obbligatorio