18 Maggio 2024

Maleducato e strafottente comportamento ai danni di una nostra concittadina.

30-07-2022 17:18 - notizie locali
Esasperata dal comportamento di un maleducato che si ostina a gettare le feci del cane in un cespuglio davanti casa sua, una concittadina di Lavinio zona ex Aqualand chiede aiuto alle autorità. Adesso il trasgressore rischia grosso. Ecco la sua segnalazione odierna.



Alla Polizia Locale, all'Ufficio Ambiente, al Sindaco di Anzio.

Buongiorno, come da mail inviatavi il 15/07/2022 ribadisco il bisogno di un vostro aiuto. Non ho avuto nessuna risposta a quella mail e credo invece che sia importante che un cittadino venga ascoltato in caso di necessità. Quotidianamente da quasi un anno una persona non identificata scarica feci di cani sulla strada accanto al nostro muretto condominiale. E' veramente insopportabile lo scherno di chi fa ciò sempre in nostra assenza ma quotidianamente. Credo che sia importante anche non sottovalutare il fatto igienico-sanitario. Ho sperato fino adesso in una vostra comunicazione, ma trovando solo il silenzio, oggi ho messo due cartelli uno con divieto di scarico e un altro con la scritta:

"La raccolta delle feci del proprio cane non è solo un dovere civico, ma un obbligo giuridico.
Ma addirittura scaricarle intenzionalmente è da incivili ed il mancato adempimento prevede sanzioni che possono arrivare fino a € 500.
E’ un anno che puliamo le feci dei tuoi cani!
Sono state allertate le autorità di competenza."


Ora spero in un vostro solerte contatto.
Cordiali saluti.



Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Questo sito NON richiede NE’ è a conoscenza dei dati personali dei visitatori.
(Informativa fornita ai sensi del Regolamento 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE.)
torna indietro leggi Informativa Privacy
 obbligatorio