22 Maggio 2024

Lo sbarco alleato visto da Ardea.

25-01-2024 17:44 - luoghi storici

Anche se ormai poche, nel nostro territorio è ancora possibile trovare le tracce di quel grande evento militare che fu lo sbarco delle truppe anglo-americane ad Anzio/Nettuno e della conseguente battaglia per conquistare Roma.
Ad Ardea sono infatti ancora visibili, sulla campana della chiesa di Santa Marina, le lesioni e i fori provocati dai proiettili durante quelle mortali battaglie.
Quei fori però ci dicono altro e oltre alle vicende militari ci rievocano una serie di spiacevoli situazioni che colpirono anche i civili innocenti.
Così l'iniziale sorpresa per lo sbarco, in quella fredda mattina di Gennaio, fu subito rovinata dai primi proiettili che vennero a cadere nel nostro territorio;
Poi la massiccia occupazione da parte delle truppe tedesche e il lavoro coatto per minare e fortificare il nuovo fronte di guerra.
Intanto le notti si trascorrevano nelle grotte per sfuggire agli improvvisi bombardamenti.

Diventata ormai un fronte di guerra, Ardea fu sfollata con la forza.
Così, se i residenti nelle zone di Lido dei Pini e Tor San Lorenzo furono dirottati dalle truppe anglo-americane nel sud Italia, gli Ardeatini e coloro che vivevano nell'entroterra furono mandati verso Roma, ove rimasero fino al mese di Giugno!
Al loro ritorno trovarono un territorio stravolto dalla guerra: case diroccate, stalle e magazzini vuoti, campagne incolte ma soprattutto piene di residuati bellici e in gran parte minate!
Bisognò attendere diversi anni e rimboccarsi le maniche per rivedere un minimo di normalità, anche se fu una normalità pagata col caro prezzo di molte vittime civili: persone colpite da proiettili fino al giorno dello sfollamento, abbandonate a loro stesse durante i mesi di attesa e, per molto tempo ancora dopo il ritorno, cadute a causa dei vari ordigni inesplosi e delle mine nascoste.
[da Fabio Ferri, 2024)

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Questo sito NON richiede NE’ è a conoscenza dei dati personali dei visitatori.
(Informativa fornita ai sensi del Regolamento 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE.)
torna indietro leggi Informativa Privacy
 obbligatorio