22 Settembre 2021
percorso: Home > news > INFORMAZIONE > notizie

Importante (e saggia) presa di posizione dei commercianti di Anzio sul problema rifiuti.

30-07-2021 11:38 - notizie
Sono in corso numerose polemiche in relazione all'attuale crisi della raccolta rifiuti, innescata dalla temporanea e non preannunciata chiusura della Rida. Consideriamo inutile piangere sul latte versato ed assistere passivamente ad uno scambio di accuse reciproche, cercheremo quindi di essere propositivi.

Partiamo da un dato positivo: il servizio di raccolta “Porta a Porta” in essere negli ultimi anni nei vari quartieri (escluso Anzio-Centro) ha funzionato in maniera generalmente soddisfacente, ma con alcuni limiti:
  • difficoltà per chi frequenta Anzio solo nei weekend e per alcuni pendolari
  • strade spesso lordate da rifiuti da parte di chi si ostina a non differenziare, da chi è impossibilitato a conferire correttamente negli eco-centri ed infine da pulisci-cantine, giardinieri, piccole ditte di edilizia abusive non in possesso di Partita Iva.

Questi potrebbero essere alcuni correttivi:
  • raccolta del verde porta a porta deve tornare ad avere frequenza settimanale
  • eiminare il limite giornaliero di rifiuti che possano essere conferiti presso gli eco-centri
  • tali eco-centri 24 ore potranno essere utilizzati da chiunque, ma dovranno essere dotati di Telecamera all'ingresso con lettore targhe che apra il cancello automatico, telecamere a controllare lo scarico, software che ne analizza l'uso.
  • installazione di isole ecologiche, dotate di apertura tramite lettore ottico per tessera sanitaria, posizionate in luoghi strategici (parcheggi stazioni ferroviarie, vie di uscita dalla città)
  • incentivare, se possibile, i comportamenti virtuosi con ribassi sulla Tari
  • perseguire i trasgressori con sanzioni adeguate, incluso sequestro del mezzo, coinvolgendo in qualche maniera gli operatori ecologici anche con incentivi in denaro (con l'indispensabile collaborazione della Polizia Municipale)



Specificità per Anzio Centro
  • Le isole ecologiche hanno mostrato tutti i loro limiti.
  • È stato un azzardo sperimentare le isole mobili in piena estate...con esiti negativi.
  • Si attende con fiducia l'inizio del servizio di raccolta porta a porta.
  • Data la concentrazione di attività di ristorazione è indispensabile prevedere raccolta quotidiana della frazione umida
  • Per pendolari e tutti coloro che sono impossibilitati a smaltire con servizio porta a porta si potrebbero installare isole ecologiche, dotate di apertura tramite lettore ottico per tessera sanitaria, posizionate nei parcheggi “La Piccola” e piazzale “Marinai d'Italia”



Specificità Spiagge
  • Il posizionamento di secchi nelle spiagge libere risulta essere controproducente se non viene effettuata la raccolta quotidianamente
  • Il servizio di raccolta per gli stabilimenti balneari deve essere previsto dal 1 Maggio al 15 Settembre; gli stabilimenti balneari con annesso ristorante che faranno aperture anche nelle restanti stagioni dovranno comunicare le aperture agli uffici preposti


Sarebbe infine auspicabile:
  • che l'Amministrazione Comunale, in accordo con la Regione, con l'Asl e con tutti gli Enti preposti, riesca ad individuare un sito per lo stoccaggio temporaneo degli indifferenziati da utilizzare nelle future emergenze
  • tentare di recuperare fondi Europei (e non) ad hoc.



firmato: Associazione commercianti e artigiani di Anzio.


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Questo sito NON richiede NE’ è a conoscenza dei dati personali dei visitatori.
(Informativa fornita ai sensi del Regolamento 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE.)
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio