22 Maggio 2024
percorso: Home > news > LE AREE > CULTURA

…ed il Cinema lo abbiamo raccontato!

11-10-2022 21:45 - CULTURA
Che bella manifestazione! Quindici giorni da ricordare quelli che hanno visto il Forte Sangallo offrirsi al pubblico con le sue sale rifulgenti di colore e di suggestione. La mostra “Raccontiamo il cinema” ha attirato visitatori come non si poteva immaginare.


In altra parte di questo spazio potete scoprire chi e cosa ha esposto, chi ha proposto il lavoro più efficace, chi quello più originale, chi quello più attrattivo e infine chi quello capace di comunicare il maggiore impatto emotivo. E vi trovate ovviamente chi in assoluto è risultato ai primi tre posti della graduatoria finale.

Questa è stata stilata sulla scorta dei voti di cinque giudici ciascuno per suo verso qualificato all’incarico: il professor Antonio Silvestri, il maestro Leonardo Leonardi e poi Alessandra Cesselon, Franco Cirilli e Claudio Tondi in qualità di presidenti delle tre organizzazioni che hanno allestito l’evento (rispettivamente l’Archivio Cinema Cesselon, l’ass.Gemellaggi Nettuno e l’ass.Cittainsieme).


La selezione prevedeva che ciascuno dei 5 valutasse ogni opera assegnandole un voto da 0 a 10 nelle singole quattro caratteristiche indicate sopra. Ogni opera quindi poteva ambire a conseguire un punteggio massimo di 40 punti per giudice e cioè, moltiplicando 40 per i 5 giudici valutatori, di 200 punti complessivi. Ebbene, se consideriamo che il primo classificato ha vinto con 167 voti sui 200 possibili, abbiamo una misura di come i valori si siano concentrati in una fascia ristretta, a testimonianza di un livello medio di qualità decisamente piuttosto alta.

E a dire il vero tutte le opere che hanno accolto l’invito a partecipare al concorso sono state in qualche modo vincitrici: al di là delle singole qualità, foto e quadri esposti hanno infatti onorato il cinema, il Forte, Nettuno, noi tutti insomma, già con la loro sola presenza.

A increspare la limpidezza della manifestazione, ma poi neppure più di tanto, va solo citato lo sconcertante comportamento di una partecipante che, senza informare nessuno degli organizzatori, ha asportato, il giorno successivo alla premiazione che non le aveva dato l’atteso riconoscimento, il suo lavoro lasciando un bel buco nero nel cuore dell’esposizione.
Raggiunta telefonicamente per averne spiegazioni la persona in questione rispondeva con parole denigratorie delle altre opere attribuendosi una superiore capacità critica francamente tutta da scoprire: "Partecipare a un concorso in cui si distinguono sette o otto migliori opere rende orgogliosi di aver partecipato, purtroppo non è questo il caso. Il mio non è un gesto di arroganza, ma esprime un'offesa alla professionalità degli artisti che fanno questo lavoro. I premiati non hanno dimostrato un minimo di padronanza tecnica. Nella mia classe li avrei bocciati."

Intanto il buco vuoto lasciato sul pannello è stato dagli organizzatori rimpiazzato col seguente comunicato:

“In questo spazio era esposta l’opera qui riprodotta. Purtroppo l’autrice, Elena TONTINI, ha ritenuto di ritirarla all’insaputa degli organizzatori nella mattinata di lunedì 10 ottobre. Siamo sconcertati per la mancanza di sensibilità che ha portato la persona a rifiutare di mantenere la presenza dell’opera agendo in aperto dispregio della comunità artistica oltre a creare un danno estetico alla mostra stessa. Ovviamente questo comportamento preclude ogni futura collaborazione. Ce ne scusiamo con i visitatori.
Claudio Tondi / Cittainsieme.”

Alla prossima!






Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Questo sito NON richiede NE’ è a conoscenza dei dati personali dei visitatori.
(Informativa fornita ai sensi del Regolamento 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE.)
torna indietro leggi Informativa Privacy
 obbligatorio