21 Maggio 2024

Anzio. Parte la riqualificazione di Piazza Roma.

25-02-2024 21:54 - notizie locali
RIQUALIFICAZIONE PIAZZA ROMA (Anzio, Villa Claudia)
Importo complessivo a disposizione del progetto € 770.000 (759mila dal Governo tramite PNRR, 11mila dalle casse comunali).
Progettista e direttore lavori: ing. Antonio Cupelli
Ditta aggiudicataria (scelta da Città Metropolitana): ESSE CI di Anagni
Ditta subappaltata: IMAN di Priverno
Inizio effettivo lavori: FEBBRAIO 2024


È un intervento molto atteso, maturato fin dal 2021 e pian piano arrivato in questi giorni a una prima fase di realizzazione. Si tratta per adesso dei lavori preliminari a quella che sarà la ristrutturazione vera e propria; si fanno scavi per canalizzare elettricità, tv, acque, ecc.
Il resto verrà dopo, ma cosa?
In realtà i dettagli del progetto di piazza Roma non sono disponibili sul sito del Comune.

Nel documento (che si chiama DETERMINAZIONE n.79 del 23/05/2023 con oggetto “APPROVAZIONE PROGETTO ESECUTIVO–RIQUALIFICAZIONE PIAZZA ROMA” ed è firmato dall’ingegner Franzò come responsabile di questa operazione e dall’ing.Pistelli quale superiore dirigente dell’intera Area Tecnica) viene infatti detto esplicitamente che i singoli elaborati sono depositati presso l’Ufficio Tecnico ma non vengono allegati al documento pubblicato sull’Albo Pretorio.
Questo è uno sgradevole ma purtroppo diffuso modo di procedere, molto scostante nei confronti del cittadino perché non favorisce certo la tanto auspicata partecipazione civica alla cosa pubblica. Bisogna fidarsi, vedere tutto solo a lavori conclusi.

Comunque basandoci sui soli dati pubblicati, quelli delle voci di spesa del contratto, si può fare qualche considerazione e, imitando Sherlock Holmes, si può DEDURRE che la piazza avrà interventi nell’impianto elettrico (lampioni?), avrà un sistema di irrigazione e canali fognari (o per acque chiare? mah!) e che ci saranno telecamere di sorveglianza (quante? dove? da chi monitorate?). Quanto agli allestimenti dell’arredo urbano dovremo aspettare le proverbiali “cose fatte” per vederli. Pazienza (ne abbiamo tanta…).


Ed ecco una piccola cronistoria del progetto ricavata dai documenti pubblicati sul sito comunale.

30/12/2021 il Governo accoglie la richiesta del comune di Anzio di avere fondi PNRR per riqualificare piazza Roma; gli assegna 700mila euro motivati dal fatto che il progetto ha finalità di “inclusione e coesione”, riguarda “infrastrutture sociali”, mira a “ridurre situazioni di emarginazione e degrado sociale”; tutti capitoli ben specificati dalle regole dei fondi europei che alimentano il PNRR.

2/11/2022 il Comune, nella persona dell’ing.Pistelli, inizia la ricerca del progettista a trattativa privata;

23/11/2022 al Comune si insedia la Commissione Straordinaria; sindaco, giunta e consiglio sono sospesi;

27/12/2022 Pistelli individua come progettista l’ing. Antonio Cupelli di Anzio che avrà un compenso di 72mila euro (che per il comune salgono a 91mila includendo tasse e contributi previdenziali); curiosamente questo documento, la Determinazione n.179/2022, contiene un errore di nominativo probabilmente dovuto a un incauto copia e incolla;

5/4/2023 l’ing. Cupelli presenta il progetto al comune;

18/4/2023 l’ing.Pistelli lo approva (det. n.31);

23/5/2023 La Commissione Straordinaria mette a disposizione del progetto 770mila euro (di cui 759mila vengono dal Governo/PNRR, 11mila da fondi comunali);

24/5/2023 L’Area Tecnica (ing.Pistelli) ripartisce i fondi: 540 per i lavori, 230 per gli interventi collaterali spettanti al comune (allacci, pagare il progettista, lavori accessori, ecc.);

25/5/2023 il Comune chiede alla Provincia (Città Metropolitana Roma) di individuare la ditta esecutrice;

14/6/2023 la Provincia individua la ditta ESSE CI di Anagni, facente parte del consorzio di ditte Poseidon basato a Chieti;

27/9/2023 La Esse Ci fa uno sconto del 29% abbassando l’importo da 540 a 381mila euro; la ripartizione dei 770mila euro complessivi perciò vede scendere a 381mila la somma per la ditta, e salire a 389mila quella al comune per le attività collaterali;

20/2/2024 la ditta Esse Ci chiede e ottiene di poter sub-appaltare alcuni lavori (per circa 145mila dei 381mila euro complessivi), alla ditta IMAN di Priverno; questa si occuperà quindi di parte delle opere a verde, dell’arredo urbano, delle fondazioni stradali, delle pavimentazioni, dell’impianto di irrigazione, delle opere murarie e in cemento armato, degli impianti tecnologici ed elettrici, della carpenteria e tinteggiatura.

Nello stesso giorno l’area di piazza Roma viene delimitata e posta a cantiere.



E i 389mila euro gestiti dal Comune come vengono usati?

Eccoli in una tabella semplificata:
72 al progettista, 21 al personale addetto ai fondi PNRR, 16 per lavori vari, 20 per contributi previdenziali e simili, 27 per imprevisti, 59 per Iva.
Avanzano 173mila euro che i documenti definiscono “accertate economie”; cosa significa? sono fondi che il comune ha effettivamente risparmiato e che gli tornano disponibili? O sono da restituire allo Stato? Si accettano risposte.


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Questo sito NON richiede NE’ è a conoscenza dei dati personali dei visitatori.
(Informativa fornita ai sensi del Regolamento 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE.)
torna indietro leggi Informativa Privacy
 obbligatorio