10 Luglio 2020

Consiglio comunale su: Bus urbani, Ospedale militare, costruzione di un capannone in deroga, e infine compostaggio domestico: vuoi farlo? prima devi iscriverti all´albo dedicato.

19-05-2017 - in calendario
Ven
19
Mag 2017
orario: 16.30
dove: Villa Sarsina

Stupisce un po´ che il prossimo Consiglio comunale sia stato convocato solo a partire dal pomeriggio visto che dovrà occuparsi di ben QUATTRO importantissimi temi per ciascuno dei quali forse una intera giornata non basterebbe a meno che non li si affronti come una semplice formalità limitandosi a farli approvare dalla maggioranza limitando al massimo la discussione in aula. Vediamo perché.

punto 1 - Si vuole unificare la gestione dei bus urbani di Anzio (Gioiabus) e Nettuno (Rubeo) anche per ottemperare alle direttive regionali che spingono per l´ottimizzazione dei servizi di trasporto. In tale contesto la maggioranza si presenta in aula con uno schema di convenzione da sottoporre ai rappresentanti dei cittadini...speriamo che il documento sia stato visionato in anticipo dai consiglieri altrimenti dovranno tutti improvvisare e tuttalpiù votare sulla fiducia.

punto 2 - Ex Ospedale Militare di via Roma/viale Severiano: una parte dell´area (un tempo facente parte della vasta Villa Sarsina) viene ceduta dal Ministero della Difesa al Comune di Anzio che pensa di utilizzarla come giardino pubblico (ebbene sì, è il cosiddetto Central Park molto reclamizzato durante la passata campagna elettorale). Bene la procedura prevede il passaggio in Consiglio comunale per l´acquisizione al patrimonio del comune. Ma c´è qualche risvolto un po´ spinoso da chiarire, come ad esempio l´impegno da parte del comune a ricostruire un po´ più in là le palazzine di servizio che la Difesa perderebbe essendo incluse nell´area ceduta. Votare su tale questione con un secco si/no è un po´ riduttivo se non c´è almeno un minimo di approfondimento. E non è cosa certamente di 10 minuti.

punto 3 - A Padiglione ci sono aree destinate ad attività artigianali e aree con finalità produttive: ebbene sembra sia sorta la necessità di consentire la costruzione di un capannone per attività del primo tipo su un terreno destinato al secondo tipo. La legge lo consente ma ci devono essere fondati motivi per approvare una deroga del genere. Sarà una discussione da non perdere.

punto 4 - Dopo aver lanciato e ritirato già tre volte in pochi anni un appello ai cittadini a richiedere al comune le compostiere gratuite da mettere in giardino per farvi fermentare potature e scarti alimentari siamo arrivati a scoprire che chi vuol cimentarsi in tale pratica deve essere prima istruito, preparato, certificato e autorizzato, deve cioè superare la trafila per registrarsi al cosiddetto Albo dei compostatori. Bene, venerdì 19 conosceremo le clausole che gli uffici comunali hanno ideato per regolamentare la faccenda. Che vanno appunto approvate. Qui di seguito ecco un campione di quello in vigore ad Aprilia "...l´Albo Comunale dei compostatori è l´elenco degli utenti che dichiarano di trattare, in modo autonomo, i rifiuti compostabili secondo le disposizioni del presente Regolamento, non conferendoli al servizio pubblico di gestione e che desiderano accedere alle facilitazioni e sgravi previsti dal Comune."




DATI GEOGRAFICI
Nazione: Italia

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Questo sito NON richiede NE’ è a conoscenza dei dati personali dei visitatori.
(Informativa fornita ai sensi del Regolamento 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE.)
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account