05 Dicembre 2020

Anzio: intollerabile la giustizia "fai da te", esecrabile gesto di un concittadino

14-07-2017 09:30 - segnalazioni
Si stenta a crederlo ma c´è chi davvero pensa di risolvere i problemi del servizio rifiuti con gesti del genere. Stanco di non si sa cosa una persona ha pensato bene di uscire stamattina da casa e depositare i sacchi neri visibili nella foto nel bel mezzo dell´incrocio vicino casa sua, via Achillea con via Adonide, a Lavinio centro. Che voleva ottenere? Una dimostrazione verso la ditta dei rifiuti, verso il comune, la provincia, la regione, lo stato, l´Europa, il mondo? Quante frustrazioni personali ci sono dietro quel gesto che neppure nei villaggi del Far West sarebbe stato possibile? Il camioncino del porta a porta è appena passato ritirando vetro e umido, le cose del venerdi. Ma quelle sembrano potature e magari ha sperato che gliele prendessero: rimasto coi sacchi in casa ha ritenuto che farsi 3 viaggi di 100 metri a piedi sotto il sole era meglio che metterli in macchina e portarli al centro raccolta. Strano tipo.
La scena però è stata vista, compresa la discussione avuta con una signora in macchina che si era fermata per dirgli che stava facendo una sciocchezza. Ovviamente ignorata. Nella seconda foto il "signore" si allontana a misfatto compiuto tranquillo verso lo stradone s.Anastasio con la Vignarola sullo sfondo. Abitare davanti a tanto verde allora va bene, doverne portare in discarica 3 sacchi no?


Evoluzione del giorno dopo: come prevedibile i sacchi qualcuno li ha tolti dal centro incrocio ...portandoli sull´angolo di una casa. Dove ora saranno attrattivi per decine di altri sacchi e via di questo passo! Simpatico concittadino ti rendi conto di che casino hai innescato?

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Questo sito NON richiede NE’ è a conoscenza dei dati personali dei visitatori.
(Informativa fornita ai sensi del Regolamento 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE.)
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio