24 Ottobre 2021
percorso: Home > news > INFORMAZIONE > notizie

20 novembre: Giornata Mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Perché è importante.

20-11-2020 10:15 - notizie
L'Assemblea delle Nazioni Unite emanò il 20 novembre 1959 la Dichiarazione dei Diritti del Fanciullo completata poi nel 1989 (sempre il 20 novembre) con la Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.


La Giornata Mondiale ricordata ogni 20 novembre ci offre uno spunto stimolante per sostenere, promuovere e celebrare i diritti dei bambini.

Il tema di quest’anno è “Un giorno per reinventare un Futuro migliore per ogni bambino”.

Per l'occasione i Governi di tutto il mondo sono sollecitati ad adottare i seguenti 6 punti che costituiscono il Piano per la Tutela dei Bambini:

  • Apprendimento garantito a tutti i minori e superamento del divario digitale
  • Assistenza sanitaria di base e vaccini accessibili a tutti i bambini
  • Tutela della salute mentale dei bambini e dei giovani e lotta agli abusi, alla violenza e all’abbandono.
  • Accesso all’acqua potabile, ai servizi igienici e all’igiene e lotta al degrado ambientale e al cambiamento climatico.
  • Lotta alla povertà infantile.
  • Sostegno ai bambini e loro famiglie che vivono conflitti, disastri e sfollamenti.
Madri e padri, insegnanti, infermieri e medici, leader di governo e attivisti della società civile, religiosi e membri anziani delle comunità, magnati delle imprese e professionisti dei media, così come gli stessi giovani e bambini, possono svolgere un ruolo importante per sottolineare l’importanza di questa ricorrenza nelle loro società, comunità e nazioni.

____________________________

I 4 principi fondamentali della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza:

a) Non discriminazione: i diritti sanciti dalla Convenzione devono essere garantiti a tutti i minori, senza distinzione di razza, sesso, lingua, religione, opinione del bambino/adolescente o dei genitori.

b) Superiore interesse del bambino: in ogni legge, provvedimento, iniziativa pubblica o privata e in ogni situazione problematica, l'interesse del bambino/adolescente deve avere la priorità.
c) Diritto alla sopravvivenza e allo sviluppo: gli Stati devono impegnare il massimo delle risorse disponibili per tutelare la vita e il sano sviluppo dei bambini, anche tramite la cooperazione tra Stati.

d) Ascolto delle opinioni del minore: i bambini hannodiritto ad essere ascoltati in tutti i processi decisionali che li riguardano, e il corrispondente dovere, per gli adulti, di tenerne in adeguata considerazione le opinioni.



Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Questo sito NON richiede NE’ è a conoscenza dei dati personali dei visitatori.
(Informativa fornita ai sensi del Regolamento 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE.)
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio