28 Ottobre 2020

14/9 Nettuno, h 18.30: sfilata per la città dei Bersaglieri e concerti della Fanfara al Borgo e in piazza Mercato. Il Comune sistema il giardino che ospita il monumento a Lamarmora.

14-09-2019 - in calendario
Sab
14
Set 2019
orario: 18.30
dove: Nettuno, centro cittadino

Sabato di festa ed emozione quello del 14 settembre, quando le vie di Nettuno saranno attraversate da bersaglieri con la loro caratteristica marcia di corsa.
La fanfara sosterà in vari punti per eseguire brani musicali e arrivare infine in piazza Mercato dove terrà un concerto.
Tutto si svolgerà fra le 18 e le 21.
(vedi mappa)


La fanfara dei Bersaglieri di Aprilia e' stata fondata nel 1985 per volere di Adelchi Cotterli che volle fortemente la nascita della stessa come valore aggiunto
da donare a tutti gli ex bersaglieri di Aprilia e del circondario. La fanfara assume dal 2013 il nome di "Fanfara dei Bersaglieri Adelchi Cotterli".
La fanfara e' diretta dal 2012 dal Capo fanfara il M° Ildo MASI che ne assume anche la direzione musicale ed artistica, coadiuvato dal vice Capo fanfara Francesco Federico.
Ad oggi la presidenza della Fanfara è affidata al Bers. Edoardo Tittarelli.

Promotrice dell'evento è l'ANCRI (Ass.Naz.Cavalieri al Merito della Repubblica Italiana) con sede nazionale a Nettuno (Presidente Tommaso Bove); la Sezione locale di Anzio/Nettuno opera sotto il nome di Ass.Naz.Insigniti dell’Ordine al Merito della Rep.Italiana ed è coordinata dal segretario Arnaldo Albini.


A Nettuno è presente un monumento dedicato ai bersaglieri, anzi al loro ideatore, il generale Alessandro Lamarmora che riuscì a convincere il re Carlo Alberto di Savoia a costituire il Corpo con un decreto del 18.6.1836.
Il busto (vedi foto)si trova in largo Bruno Buozzi, nei giardinetti di lato alla Posta centrale; è stato inaugurato il 27.3.1983.

Alessandro La Marmora (Torino 27.3.1799/Crimea 7.6.1855)
Militare, patriota del Risorgimento italiano. Fratello maggiore di Alfonso, militare e ministro del Regno.
Ispiratore del corpo dei Bersaglieri (creato da Carlo Alberto il 18.6.1836) ha scritto “Istruzioni provvisorie per i Bersaglieri”.
Ferito a Goito (1848, I Guerra d’indipendenza), morì con molti altri commilitoni nell'epidemia di colera durante la partecipazione del Piemonte alla Guerra di Crimea del 1855.



Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Questo sito NON richiede NE’ è a conoscenza dei dati personali dei visitatori.
(Informativa fornita ai sensi del Regolamento 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE.)
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio